Processo incrociato tra Pizzolante, Gnassi e Vitali


pizzolanteDa Milena Ricci

La polemica,  tra l’On.le Pizzolante (PDL) ed Andrea Gnassi (PD) continua ancora da facebook e noi la riportiamo perché si parla di noi balneari.

Ricordiamo che già a dicembre l’On.le Pizzolante aveva chiesto proprio da facebook ad Andrea Gnassi e a Vitali di confrontarsi sul tema della Bolkestein (vedi articolo). A quanto ne sappiamo tale confronto non c’è mai stato. Troppo scomodo in periodo pre-elettorale?

L’On.le Pizzolante si chiede, ad elezioni avvenute, se la ricetta di  Andrea Gnassi per uscire dalla crisi sia quella di distruggere gli stabilimenti balneari, come del resto evidenziato e denunciato in questo articolo.

Andrea Gnassi al contrario accusa l’On.le del PDL di aver fatto promesse elettorali che riguarderebbero un’estensione della concessione a 40 anni o addirittura l’uscita dalla Bolkestein, venendo di nuovo allo scoperto.

A parte quest’ennesima conferma, noi balneari conosciamo bene la sua posizione, stemperata in occasione del Convegno Nazionale del PD sul turismo (vedi articolo), ma pur sempre a favore delle evidenze pubbliche, mai negate od ostacolate tra l’altro, e del vento di cambiamento che avanza dall’Oriente…

Si veda anche:

intervista di Gnassi a Radio Radicale, che aveva provocato la reazione del Sindaco di Pineto Luciano Monticelli. (vedi articolo)

Esito incontro con Sergio Battelli, n°2 alla Camera in Liguria per M5S


m5sOggi abbiamo incontrato Sergio Battelli, eletto alla Camera ed i rappresentanti varazzini di M5S, Stefano Vallerga, Gianfranco Tirotta e Giovanni Bruzzone. E’ stato un incontro informale in cui abbiamo parlato in generale della Bolkestein e dei suoi effetti. Mi hanno chiesto di inviare loro tutta la documentazione necessaria insieme alle nostre proposte come categoria.

Tutti, specialmente Gianfranco Tirotta, si sono dichiarati a favore delle imprese locali e contro le multinazionali, dimostrando di capire e comprendere anche i problemi da me espressi, riguardo alla necessità di rientrare degli investimenti fatti, alla certezza di impresa, che non abbiamo dal 2009.

Allo stesso tempo, Sergio Battelli, chiarendo che la sua era un’opinione personale e che si doveva, come vuole il Movimento 5 Stelle, confrontare con la base, mi ha proposto di caricare le nostre istanze su una piattaforma informatica, che sarà on line nei prossimi giorni, luogo virtuale dove si confronteranno ipotesi, pareri ed idee. Se tali proposte avranno il 20% dei consensi, e, se in linea con i principi generali del Movimento, diventeranno proposta di legge. La rete diverrà quindi uno strumento di democrazia, una modalità di fare politica, molto pericolosa per la nostra categoria, non proprio amata dall’opinione pubblica, concetto, quest’ultimo, sottolineato anche dai miei interlocutori. A questo proposito mi hanno consigliato di mettere a disposizione i servizi di spiaggia alle famiglie in difficoltà di Varazze. In questo modo, a loro avviso, molti avranno un’opinione diversa su di noi. Personalmente, anche se l’idea di aiutare in qualche modo le famiglie che hanno problemi – cosa che già molti di noi fanno in silenzio – è davvero apprezzabile e attuabile anche a livelli più ampi, non credo che faccia cambiare un pregiudizio così radicato nei confronti della nostra categoria e non credo dovremmo farla diventare una moneta di scambio per ottenere un aiuto che ci spetta di diritto.

M5S: donnedamare incontra Sergio Battelli, n°2 alla Camera in Liguria


555267_10200661615809870_2086199193_nOggi donnedamare incontra il neo-onorevole Sergio Battelli, 2° alla Camera per il M5S nella regione Liguria. E’ di Varazze e dal 2009 ha fondato una lista civica “certificata 5 stelle”, chiamata Gente Comune, di cui cura anche l’omonimo blog.

 

 

 

 

Per saperne di più https://www.beppegrillo.it/votazioni/candidati/sergio_battelli_1.html.

Ieri, grazie al mio super vicino di casa, Stefano Vallerga, varazzino doc, co-fondatore di Gente Comune, che negli anni ha portato avanti una politica basata sul fare, prendendo in seguito spunto anche dalle battaglie civili intraprese da Grillo, ho ottenuto un appuntamento con il secondo eletto alla camera di M5S per la Liguria, il giovanissimo Sergio, appunto.

Ho chiesto loro cosa pensassero della Bolkestein e mi hanno detto che era un argomento ancora da affrontare e da capire. Sono sicura che ci saranno molti punti di dialogo e di apertura. A breve il resoconto dell’incontro.

 

m5s

Rimini. Lombardi: Bagnini non protetti? Hanno visto un altro film


grilloIl Mir chiude la tornata elettorale nel comune di Rimini con lo 0,41 % al Senato e lo 0,29 % alla Camera; in Provincia con lo 0,24 % alla Camera e allo 0,36 % al Senato. L’esponente del Mir Marco Lombardi esprime comunque soddisfazione per la grande rimonta di Silvio Berlusconi, dicendo la sua sull’esito delle elezioni politiche, con l’exploit di Grillo. Si parla anche del voto dei bagnini di Rimini che si sarebbero sentiti più protetti da Movimento 5 Stelle, immaginiamo quindi che abbiano avuto modo di dialogare con gli attivisti del M5S.

Cliccare sulla foto per leggere l’articolo

 

Rai a Minzolini: ‘Reintegro? non Tg1 ma Ny’


DSC_0003Augusto Minzolini, eletto in Liguria come capofila al Senato nel PDL, assolto dall’accusa di peculato, sta per essere reintegrato dalla Rai nell’incarico di corrispondente da New York.

Qualche giorno fà, prima di essere eletto, l’ex direttore del TG1 aveva affermato all’Adnkronos “Se la Rai mi reintegrerà alla direzione del Tg1 e se dovessi essere eletto al Senato, valuterò dopo cosa fare, non ho ancora deciso”. E aveva aggiunto: “La Rai ha dieci giorni di tempo per decidere sul mio reintegro. Io intanto, come tutti i giornalisti del servizio pubblico che si sono candidati, adesso sono in ferie. Aspetto di vedere i risultati delle elezioni e le decisioni della Rai, poi valuterò”.

Ma ora cosa farà ora Minzolini? Eletto in Liguria come capolista del Pdl, potrebbe accettare il nuovo ruolo di senatore. Oppure, come annunciato pochi giorni fa, optare per un ritorno in Rai, rinunciando alla carriera politica prima ancora di cominciare. Peccato che la condizione richiesta per un reintegro fosse diversa: Minzolini aveva detto testualmente che sarebbe tornato in Rai per fare il direttore del Tg1, un incarico diverso da quello propostogli ora da viale Mazzini.

Cliccare sull’immagine per leggere l’articolo.

Premio A.F.I.B. 2013: “Storia e Identità Balneare” 1a Edizione


DownloadedFileLuca Marini, Presidente A.F.I.B. propone una meravigliosa iniziativa dal titolo “Storia e Identità Balneare”, nel corso della quale verranno premiati i dieci migliori racconti della Storia Balneare Italiana.

Dove? presso “La Spiaggia degli Incontri” Padiglione Balnearia

Quando? da domenica 3 a giovedi 7 alle ore 12 e 17.

Nell’occasione verrà eletta anche “LA DONNA DA STRA-AMARE”, scelta tra  le storie più belle e toccanti del blog ed esposte nella mostra permanente a Balnearia.

La Giuria? Ve la comunicheremo strada facendo…

 

 


Liguria, tutti gli eletti al Senato e alla Camera e gli incontri che donnedamare ha avuto con alcuni di loro.


Fonte http://www.rsvn.it/

Genova.

Per il Senato il centrosinistra ottiene il premio di maggioranza, portando a Roma  Donatella Albano, Roberta Pinotti, Massimo Caleo, Paolo Guerrieri e, a sorpresa, anche l’ex sindaco di Casarza, Vito VattuoneVito Vattuone. Per il Pdl eletto Augusto Minzolini. Per il Movimento Cinque Stelle Cristina Di Pietra, per la lista “Con Monti” l’editore di Primocanale Maurizio Rossi.

Chi ha incontrato donnedamare?

Incontro con la Senatrice Pinotti

Dichiarazione della Senatrice Roberta Pinotti a nostro favore

Incontro con Augusto Minzolini

Per la Camera sono sette i deputati probabili per il Partito Democratico, sempre che il Pd stia davanti al Pdl a livello nazionale. I sette che rappresenteranno la Liguria alla Camera sono l’attuale responsabili giustizia del Pd, lo spezzino Andrea Orlando; la segreteria dei pensionati Cgil (e, prima della Cgil ligure) Anna Giacobbe; il responsabile nazionale dei porti e deputato uscente Mario Tullo; il segretario regionale del Pd Lorenzo Basso; i due rappresentanti nazionali del Pd, l’esperta in temi ambientali Raffaelle Mariani e l’esperto in tecnologie Marco Meloni; la preside del Casaregis Mara Carocci, l’avvocato di Albenga Franco Vazio. Due in deputati già sicuri del Pdl: l’ex presidente della Regione Sandro Biasotti e il giornalista Giorgio Lainati. Dai tre ai cinque i deputati del Movimenti Cinquestelle: sicuri Matteo Mantero e Sergio Battelli e Simone Valente, possibili Paolo Ricci e Lorenzo Da Pozzo. Una curiosità. Tutti e tre i primi tre deputati grillini vengono dal savonese. Per il Sel andrà a Montecitorio Stefano Quaranta. Per la lista di Monti il neo parlamentare è Roberta Oliaro.

Chi ha incontrato donnedamare?

Abbiamo incontrato più volte l’On.le Anna Giacobbe, che si è resa disponibile ad ascoltare le nostre istanze. Sono certa che sarà un’interlocutrice affidabile e che ci sosterrà. Incontrata a Savona, anche il giorno di One Billion Rising, si è dimostrata disposta ad organizzare con i balneari un flash mob, stile One Billion Rising, contro la violenza sulle donne sulle spiagge, noi ci contiamo.

Franco Vazio: incontrato il giorno del Convegno SIB Liguria a Varazze si è dichiarato a favore dei balneari.

Incontro con l’onorevole Raffaella Mariani

Incontro con il giornalista Giorgio Lainati: in occasione dell’incontro con Angelino Alfano, il 10 febbraio scorso il Presidente di Assobalneari Fabrizio Licordari ed io abbiamo parlato a lungo con lui. Vicino al Senatore Baldini, ha dimostrato di conoscere e condividere la nostra battaglia.

 

 

 

 

 

 

Lettera indirizzata alla Regione Liguria dall’ITB Italia: chiediamo di correggere il documento del 12 febbraio scorso


225233_598170280211741_361638863_nLettera indirizzata alla Regione Liguria
In riguardo al documento “Linee guida per l’apertura degli stabilimenti balneari” approvato dalla Giunta della Regione Liguria il 12 febbraio scorso, l’ITB ITALIA ricorda che fin dall’inizio del-la storia balneare italiana all’entrata dei paesi e città si poteva leggere un cartello che recitava chiare parole: “stazione di cura e soggiorno”.
Tale documento ritenendo l’elioterapia non curativa ostacola una possibile risoluzione della drammatica situa-zione dei concessionari demaniali italiani e dell’indotto,un percorso portato avanti da anni, tanto che la Regione Liguria se non modificasse il suo documento porterebbe all’annullamento degli sforzi profusi fino a questo momento da tutta la categoria degli attuali concessionari balneari italiani. Chiediamo alla Regione Liguria di correggere il suo documento coniugando con il suo intervento le recenti affermazioni di tutela del settore balneare ligure e nazionale.
L’elioterapia come ogni medico sa, è curativa e per questo è stato preciso impegno dell’ ITB ITALIA riportare tale importante nozione nei propri documenti diffusi fin dallo scorso anno,in ultimo nel documento ufficiale consegnato a tutti gli esponenti politici in campagna elettorale dal quale richiamiamo per una vostra esauriente conoscenza un passo:
Gli Stabilimenti balneari quali attività classificate come turistico ricreativo non sono riconosciute dallo Stato Italiano come attività assistenziali ne tantomeno attività a scopo non lucrativo, l’attività principale di commercio e servizi retribuiti nello specifico campo come degli stabilimenti balneari, per la naturale posizione di attività con sede principale in territorio costiero, hanno una innegabile funzione di combinare con intrinseca re-altà fattuale l’attività sanitaria e quella commerciale.( art 52 TFUE )
Come ci ricorda la storia medica nella qual specie pediatrica e per cura delle affezioni polmonari, gli stabilimenti balneari italiani dal principio della loro storia di nascita, hanno cadenzato l’attività commerciale associata all’attività sanitaria che costituisce un motivo di interesse generale ( art 32 Costituzione Italiana ) e fondamentale per la collettività, tanto da vedersi nel tempo riconosciuti oltre come erogatori obbligatori del servizio di salvamento per evitare minacce effettive di causa di morte per affogamento a danno dell’integrità della collettività che è la tutela della vita dell’individuo, erogatori di primo soccorso e responsabili della salvaguardia della salute dei clienti/cittadini, in funzione di una partecipazione diretta e specifica all’esercizio dei pubblici poteri e non occasionalmente essendoci un obbligo di legge.( art 51 TFUE )
L’incompatibilità delle norme nazionali che rendono più difficile l’accesso al mercato di operatori provenienti dagli altri Stati membri secondo il dettato dell’articolo 49 TFUE non dovrebbero rilevare quando la protezione della Certezza del Diritto e dei diritti di legittimo affidamento, assurgono ad una essenziale protezione di una possibile distorsione del mercato e del suo funzionamento, evitando di ledere posizioni di diritto consolidate, auspicando al contempo di tutelare ogni intervento teso a salvaguardare il bene della vita rappresentato dall’esercizio dell’impresa in essere ed i diritti delle persone che ne fanno parte, protetti dalla CEDU.
Si rileva in fine, che fornendo ai “clienti “ di suddette attività commerciali oltre una tutela generale della salute e dell’integrità della collettività , un servizio reso da oltre 150 anni come erogatori di Elioterapi-a/Talassoterapia/Bagnoterapia, un insieme di attività collegate a quella commerciale, tali imprese debbano es-sere escluse dall’applicazione della Direttiva e dall’annovero tra quelle assistenziali, riconosciute invece tra quelle commerciali di “servizi sanitari, indipendentemente dal fatto che vengano prestati o meno nel quadro di una struttura sanitaria e a prescindere dalle loro modalità di organizzazione e di finanziamento sul piano nazionale e dalla loro natura pubblica o privata”. Direttiva 123/2006/CE art 2 comma 2 lettera f
Fiduciosi restiamo in attesa
Giuseppe Ricci Presidente Nazionale ITB ITALIA
Sede legale: Via V. Giulia n° 4, S. Benedetto del Tronto (AP) 60137 Tel/fax 0735.86227 – Cell. 3471710210
Sede operativa: Via Pomezia n° 6, S. Benedetto del Tronto (AP) 60137 Tel/fax 0735.587076 – Cell. 339.8288193
Sito: www.itbitalia.it indirizzo e.mail: posta@itbitalia.it

Il documento a  cui si riferisce l’ITB Italia è il seguente:
Linee Guida per l’apertura degli stabiimenti balneari e SLA-1